Dal Passo dello Stelvio a Trafoi

Ritratto di locontim
locontim
0 votes
+
Vote up!
-
Vote down!
Data rilievo: 
31/08/2018
Difficoltà: 
T2
Quota di partenza: 
2 758 m
Quota di arrivo: 
1 508 m
Dislivello: 
160 m
Lunghezza*: 
9.10 km
Tempo di salita o complessivo*: 
3h30'

Introduzione

Il passo dello Stelvio (2758 m) è il valico automobilistico più alto d'Italia ed è raggiunto da una strada spettacolare sul versante altoatesino, dove ci sono ben 48 tornanti (altri 40, un po' meno ripidi, su quello lombardo). Per sicurezza contro le valanghe, il passo rimane chiuso stagionalmente tra ottobre e maggio. Il tracciato che si percorre non è molto difficile, ma spettacolare!

Descrizione

A piedi, si sale al rif. Garibaldi 2850 m. Il percorso quasi pianeggia, in una zona ricca di ruderi risalenti alla Grande Guerra. Si affronta un tratto un po’ stretto a strapiombo, ma è veramente breve (pochi metri) e poi si riallarga… In 1h, si raggiunge quello che purtroppo, oramai, è a tutti gli effetti solo… ex lago d’Oro a 2708 m. Bella vista sull’Ortles e la relativa catena montuosa. Subito dopo, invece che prendere il sentiero che si dirige, forse con una via a tratti un po' a strapiombo, al rif. Forcola (poi da lì bisognerebbe prendere l'impianto per rientrare affrontando i relativi costi), si sceglie la discesa per le due malghe di Tarres, probabilmente più semplice… I panorami non sono dissimili e anche dopo non variano molto (solo dopo la seconda malga ci si immerge nel fitto bosco…). Sull’altro versante spicca Il rif. Borletti che è sulla cresta ovest dell'Ortles a 2188 m. Inoltre, è evidente in lontananza il rif. Forcola. In 1h, si arriva dalla Malga Tarres di Sopra 2271 m. Nei pressi, una bellissima panchina panoramica invita a una sosta. Si continua a scendere (con vista su Trafoi dall’alto) prestando attenzione ai simboli che potrebbero essere un po’ carenti e rarefatti in questa parte del tracciato… In 45', si sfiora la Malga Tarres Bassa 1908 m e si rientra (45’) a Trafoi. 
In estrema sintesi: giornata splendida disl +100 m -1300 m Dif. T/E per circa 3h30 Tot+ tutte le pause x vedere i vari luoghi che si incontrano 
 

Se volete ecco il file foto pdf, con un po’ di altre notizie: 
http://cralgalliera.altervista.org/VacEst/VacEst018D.pdf  
 
NB: in caso di gita, verificare, sempre, con FIE, Cai, eventuale Ente parco o altre Istituzioni, pro loco, ecc., che non ci siano state variazioni che abbiano aumentato le difficoltà! Si declina ogni responsabilità. Il presente testo ha solo carattere puramente indicativo e non esaustivo. 
 
Info Sezione Escursionismo Cral Galliera: http://www.cralgalliera.altervista.org/esc.htm  
gite 2022 al link: http://www.cralgalliera.altervista.org/gite022.pdf

Informazioni generali

Segnavia: SAT
Tipologia percorso: traversata
Periodo consigliato: lugiio, agosto, settembre
Esposizione al sole: est
Pericolo Oggettivo: nessuno
Tratti esposti: nessuno
Attrezzatura utile: normale assetto per escursionismo giornaliero
Acqua: n.r.

Riferimenti bibliografici

  •  

Accesso stradale

Si lascia l’auto a Trafoi, 1532 m (park a destra a inizio paese), e con il bus si raggiunge il Passo dello Stelvio in 40’.

Galleria fotografica

Passo dello Stelvio: ci siamo stati!

Parco dello Stelvio: relazioni itinerari

  • Dal Passo dello Stelvio a Trafoi

    31/08/2018
    Ritratto di locontim
    locontim
  • Rifugio Valmalza

    9/09/2019
    Ritratto di locontim
    locontim
  • Passo dei Contrabbandieri

    Ritratto di ivano_ruffoni
    ivano_ruffoni
  • Bocchetta Corno dei Tre Signori

    Ritratto di ivano_ruffoni
    ivano_ruffoni

Parco dello Stelvio: per saperne di più...