Il Castello

Portrait de Cai56
Cai56
0 vote
+
Vote up!
-
Vote down!
Data rilievo: 
13/01/2011
Quota di partenza: 
1 433 m
Quota di arrivo: 
2 323 m
Dislivello: 
890 m
Tempo di salita o complessivo*: 
3h00'
Tempo di discesa: 
2h00'

INTRODUZIONE
Bellissima gita pochissimo conosciuta, benchè vicina agli impianti di risalita delle piste di Chiesa Valmalenco. La meta citata nel titolo, in realtà è di quota più elevata (2633 m) ma non può essere raggiunta se non con arrampicata (III - V grado) peraltro sconsigliabile per la qualità della roccia: per cui l'obiettivo reale è l'altopiano collinoso che si estende alla sua base. Il punto culminante è un dosso arrotondato affacciato sul Lago Palù e in posizione panoramica su tutte le vette perimetrali della Valmalenco.
Gita sicura in ogni condizione di neve e molto divertente anche come scialpinistica.

DESCRIZIONE
Dal parcheggio, evitando la strada che porta ai piazzali degli impianti, si risalgono senza percorso fisso i vasti prati di San Giuseppe punteggiati di baite fino a raggiungere la fascia boscosa a monte. Seguendo una serie di
radure si arriva ad una pista forestale normalmente battuta dalle motoslitte: la si segue in salita per alcune centinaia di metri fino alla spianata con le baite dell'Alpe Entova 1929 m. Si abbandona la pista e si va a risalire la riva sinistra del Torrente Entovasco fino ad un ponticello: attraversatolo, si rimonta il pendio con radi larici senza percorso fisso, ma tenendo la direzione del torrione del Castello. Il pendio si fa manmano meno ripido raggiungendo l'altopiano ai piedi del Castello: scegliendo la traccia più comoda fra le ondulazioni e le vallette del terreno, si raggiunge il dosso culminante, posto a picco sulla conca del Lago Palù e le vicine piste da discesa. NON farsi tentare dai cartelli escursionistici che indicano un sentiero di discesa verso il lago.
Ritorno per la via di andata.
Oppure con questa variante (diff. EE). Dal dosso culminante imboccare subito la valletta ad ovest e percorrerla fra radure e stretti passaggi fra i mughi: necessaria molta neve. Fare attenzione: a tratti molto ripido. Si raggiunge il percorso di andata sulla pista, parecchio a valle dell'Alpe Entova.