Parco delle Dolomiti Friulane

0 votes
+
Vote up!
-
Vote down!
massimo's picture
massimo
Licenza Creative Commons: 
Creative Commons Licence
Vajont
Photo credits: 
Vajont (by-nc-nd)2008 Andrea Omizzolo

Scheda del parco

Anno di fondazione: 1996
Superficie: 36.950 ettari
Maggior elevazione: Cima dei Preti (2703m)
Comuni interessati: Andreis, Cimolais, Claut, Erto e Casso, Forni di Sopra, Forni di Sotto, Frisanco, Tramonti di Sopra
Sito istituzionale: www.parcodolomitifriulane.it
Contatti: info@parcodolomitifriulane.it

Descrizione

Il Parco Naturale Regionale delle Dolomiti Friulane è stato istituito nel 1996. È inserito nel comprensorio montano sopra­stante l'alta pianura friulano-veneta e comprende 36.950 ettari di territorio protetto tra le province di Pordenone e Udine. Si tratta di un vero e proprio paradiso per l'escursionismo di tipo naturalistico ed il trekking, attività garantite da un'adeguata rete di sentieri e da un consistente numero di casere e bivacchi. L'intero territorio è considerato di grande interesse geologi­co, ambientale, storico e naturalistico ed è caratterizzato da un alto grado di wilderness.

Percorsi

I visitatori possono facilmente indivi­duare i percorsi turistici dislocati in differenti località. Desta sicuramente curiosità il Centro di recupero dell'avi­fauna ferita situato nel paese di An­dreis; sono visitabili le voliere che ac­colgono i rapaci degenti in difficoltà. Oltre all'area avifaunistica è possibile visitare il Centro visite e la mostra te­matica. A Forni di Sopra si possono sco­prire le piante officinali e la vegetazio­ne tipica della zona lungo un semplice itinerario denominato "Sentiero dei bambini", visitando il giardino botanico e il Centro visite dedicato alle piante. A Erto e Casso invece possiamo cono­scere tutto quello che è stato la tra­gedia del Vajont con percorsi tematici appositamente studiati sia in ambiente sia nel Centro visite dt Erto, che è con­siderato tra i più importanti e completi centri di documentazione sul disastro del Vajont. Merita una visita Poffabro e il suo borgo antico tra i più belli d'Italia.

Centri visite

L'ospitalità del Parco verso i visitatori si concretizza nellattivazione di una sene di Centri visite la cui finalità è quella di informare, introdurre ed indirizzare il fruitore alla scoperta del territorio e delle sue caratteristiche e peculiarità.

  • Centro visite di Andreis - "L'Avifauna del Parco" - Domenica 15-18, ingresso gratuito
  • Centro visite di Cimolais - "La fauna del Parco" - Sab e dom 15-18, ingresso gratuito
  • Centro visite di Erto e Casso - "Vaiont: immagini e memorie" ·    ·vaiont: uno spazio della memoria·· Ingresso. 3 euro Inverno: sab e dom 10-12/14-18 Estate: ven 15-19 / sab e dom 10-12/15-19
  • Centro visite di Forni di Sopra - "La vegetazione del Parco" - Aperto ven 16-18 / sab e dom 10-12/16-18 - Ingresso gratuito
  • Centro visite di Forni di Sotto - "Le topologie forestali del Parco" - Inverno chiuso (aperto festività) Estate: aperto domenica 15-18- Ingresso gratuito
  • Centro visite di Poffabro - "Il caseificio di Poffabro" - "In Mont - Le malghe del Parco" - Ingresso: 2 euro aperto dom 15-18
  • Centro visitedi Tramonti di Sopra
  • Punto informativo Diga del Vajont
  • Punto informativo di Claut

Parco delle Dolomiti Friulane: Photo Gallery

Parco delle Dolomiti Friulane: relazioni itinerari

Parco delle Dolomiti Friulane: ci siamo stati!

Parco delle Dolomiti Friulane: tracce GPS

Parco delle Dolomiti Friulane: per saperne di più...

#parchi regionali, sul magazine!

Timeline @Parco delle Dolomiti Friulane