Mont de Poignon

giancarloberetta's picture
giancarloberetta
0 votes
+
Vote up!
-
Vote down!
Difficoltà: 
WT2
Quota di partenza: 
995 m
Quota di arrivo: 
1 573 m
Dislivello: 
578 m
Lunghezza*: 
13.30 km
Tempo di salita o complessivo*: 
2h45'
Tempo di discesa: 
1h45'

Introduzione

Il Mont de Poignon è posto sul punto più meridionale dello spartiacque che divide la valle di Cogne e la Valsavarenche ed è sul lungo sperone, dapprima boschivo ed in seguito roccioso, che scende dal Grand Nomenon. La gita è fattibile anche dopo recenti nevicate senza pericoli eccessivi ed essendo poco frequentata vi è anche la possibilità di vedere qualche camoscio che cerca cibo nelle rare chiazze senza neve. La prima parte dell’itinerario si sviluppa nel bel bosco sopra le frazioni di Villeneuve mentre la seconda, più suggestiva, sulla larga e soleggiata cresta offre magici ambienti invernali col sole che filtra tra i rami delle conifere e rende scintillante la neve sul percorso. In anni di forte innevamento bisogna fare attenzione a seguire la poderale che si snoda tra la vegetazione della dorsale.

Descrizione

Dal posteggio si attraversa la strada e si sale per una poderale che parte sotto una baita in pietra nei pressi di una presa per l’acqua e si dirige verso est. Camminando in lieve pendenza, in prossimità di un tornante, si trova un segnavia su di un sasso e successivamente, sul muro di una presa per l’acqua, se ne trova un altro; dopo un lungo traverso in direzione ovest, ad una quota di 1265m si incrocia una mulattiera che taglia la poderale da est a ovest: la si tralascia e si prosegue verso est con una pendenza più accentuata passando accanto a qualche rudere sino alle baite di Prorayé (1355m). Il percorso volge ora a sud e, dopo aver passato alcune baite a quota 1403m, con alcuni tornanti un po’ più stretti guadagna l’ampia dorsale. Camminando su alcuni saliscendi si giunge in prossimità del cippo di pietre che segna la vetta del Mont de Poignon: questo rimane qualche metro spostato a destra e seminascosto dalle conifere. Si prosegue ancora verso sud lungo la dorsale e si incontra dapprima una baita (1561m) e più avanti si arriva all’alpeggio di Poignon (1563m); ancora pochi metri e, dopo le prime case di Petit Poignon, si trova sulla destra appena al di sopra un’altra casetta ed in prossimità di un pannello solare il casotto PNGP Luigi Sertorio. Sulla dorsale si godono begli scorci sulla vicina Pointe de la Pierre, con dietro Becca di Nona ed Emilius, e sui lontani gruppi del Bianco e del Rosa.

Informazioni generali

Via:
Segnavia:
Tipologia percorso:
Periodo consigliato:
Esposizione al sole:
Pericolo Oggettivo:
Tratti esposti:
Attrezzatura utile:
Acqua:

Riferimenti bibliografici

  •  

Accesso stradale

Galleria fotografica

Mont de Poignon: ci siamo stati!

#ciaspolare nella Valle d'Aosta centrale: relazioni itinerari

  • Nuarsaz

    26/01/2007
    massimo's picture
    massimo
  • Lago di Servaz

    massimo's picture
    massimo
  • Palud

    massimo's picture
    massimo
  • Tête de Cou

    massimo's picture
    massimo
  • Croce di Fana

    2/01/2006
    massimo's picture
    massimo
  • Tsa de Metz

    30/12/2005
    massimo's picture
    massimo
  • Alpe Ruine

    22/01/2011
    massimo's picture
    massimo
  • Becca d'Aver

    massimo's picture
    massimo
  • Sécheron

    9/02/2005
    massimo's picture
    massimo
  • Col des Bornes, da Champlong

    massimo's picture
    massimo
  • Prapremier

    massimo's picture
    massimo
  • Testa di Comagna

    massimo's picture
    massimo

Pages

VIlleneuve: per saperne di più...