Palud

massimo's picture
massimo
0 votes
+
Vote up!
-
Vote down!
Difficoltà: 
WT1
Quota di partenza: 
1 570 m
Quota di arrivo: 
1 613 m
Dislivello: 
81 m
Lunghezza*: 
6.00 km
Tempo di salita o complessivo*: 
0h45'
Tempo di discesa: 
0h45'

Introduzione

Breve ma interessante escursione trans-comunale che si sviluppa nei bei boschi che discendono dalla Tête de Comagne. Il dislivello praticamente nullo così come i pericoli oggettivi rendono questo itinerario molto suggestivo, soprattutto dopo una bella nevicata!

Descrizione

Lasciata l'auto, nel comodo parcheggio all'interno del villaggio, si risale un breve sentierino sino a raggiungere alcune belle case ristrutturate: qui si incontra anche la stradina agricola che si seguirà sino alla meta. Si volta a sinistra e si percorre l'ampia pista innevata che passa al di sopra di Sommarèse. Il primo tratto di percorso si presenta in leggera salita ed in breve raggiunge il bivio per la Tête de Comagne (Sentiero (5), 1594m, 0h05'). Ovviamente si trascura questa deviazione e si prosegue lungo la pista semi pianeggiante che costeggia il limite inferiore del Bois de Comagne, grande area boschiva che discende lungo i crinali meridionali della Tête. In breve si taggiunge un piccolo cocuzzolo surmontato da una croce e da qui si incomincia ad attraversare il bosco inizialmente a prevalenza larice; il percorso si fa ora più suggestivo, il bosco e la luce giocano con chiaroscuri interessanti. Dopo circa 25 minuti di cammino si incontra il bivio con una stradina chiusa al pubblico: si prosegue diritto gustando per la prima volta l'imponente piramide sommitale del Mont Zerbion... da un'angolatura inconsueta. La meta si avvicina, si prosegue ora in piano nel folto bosco di abeto rosso, costeggiando alcuni tratti con roccette coperte dalle nevi, sino a congiungersi con una pista da sci dismessa: qui si volta leggermente a sinistra e si inizia la breve discesa verso Palud osservando davanti a noi il particolare panettone nevoso della Gobba di Rollin. Al termine della discesa si volge a destra giungendo nei pressi dello Snow Park del Col de Joux localizzato, appunto, nella località detta Palud (1613 m, 0h45').
Il ritorno avviene per la medesima via dell'andata (0h45').

Consigli
Breve itinerario e senza alcun pericolo: questo è uno dei pochi itinerari dii cui se consiglia il percorso dopo abbondanti nevicate, la neve sugli alberi e gli sprazzi panoramici lo rendono in questo momento sicuramente unico.

Informazioni generali

Via:
Segnavia:
Tipologia percorso:
Periodo consigliato:
Esposizione al sole:
Pericolo Oggettivo:
Tratti esposti:
Attrezzatura utile:
Acqua:

Riferimenti bibliografici

  • Massimo Martini, Tracce Lievi, Saint-Vincent, Martini Multimedia Editore, 2007

Accesso stradale

Galleria fotografica

#ciaspolare nella Valle d'Aosta centrale: relazioni itinerari

  • Nuarsaz

    26/01/2007
    massimo's picture
    massimo
  • Lago di Servaz

    massimo's picture
    massimo
  • Palud

    massimo's picture
    massimo
  • Tête de Cou

    massimo's picture
    massimo
  • Croce di Fana

    2/01/2006
    massimo's picture
    massimo
  • Tsa de Metz

    30/12/2005
    massimo's picture
    massimo
  • Alpe Ruine

    22/01/2011
    massimo's picture
    massimo
  • Becca d'Aver

    massimo's picture
    massimo
  • Sécheron

    9/02/2005
    massimo's picture
    massimo
  • Col des Bornes, da Champlong

    massimo's picture
    massimo
  • Prapremier

    massimo's picture
    massimo
  • Testa di Comagna

    massimo's picture
    massimo

Pages

Saint-Vincent: per saperne di più...