Saint-Christophe

0 votes
+
Vote up!
-
Vote down!
Bild des Benutzers maurizio
maurizio
Licenza Creative Commons: 
Creative Commons Licence

Scheda informativa

Superficie: 14,74 kmq
Altitudine: 619m
Maggior elevazione:  Becca di Viou (2859m)
Numero abitanti: 3.285
Nome in dialetto: Sèn-Crétoublo
Nome abitanti: saint-christopherins o crétoubleins
Santo Patrono:
Sito internet:
Webcam:
Comuni confinanti: Aosta, Pollein, Quart, Roisan, Valpelline
Villaggi e frazioni: Angelin, Bagnère, Bret, Chabloz, Champapon, Champ-d'Hône, Château d'Entrèves, Chaussod, Chef-Lieu, Clappey, Cognon, Condemine, Cort, Coutateppaz, La Crétaz, La Croix-Noire, Fontanalle, Gérardin, Gevé, Grand-Chemin, Grande-Charrière, Léméryaz, Loups, Maillod, Méladière, Meysettaz, Nicolin, Olleyes, Pallein, Parléaz, Pin, Prévot, Rouye, Senin, Sorreley, Thuvex, Veynes
Alpeggi:

Descrizione

Grosso comune di fondovalle, posto al confine orientale del capoluogo regionale, con il quale ormai ha sviluppato una continuità di cui è difficile individuare la soluzione. Data la sua favorevole esposizione al sole, che ne mitiga assai il clima, è diventato un centro residenziale molto ambito, idea che sembra essere stata condivisa anche nel passato: numerosi sono stati i ritrovamenti romani, mentre il castello di Sorreley, fornito di torre che si vuole far risalire al XIII secolo, è uno splendido esempio di residenza nobiliare, ora di proprietà della famiglia dei Passerin d'Entrèves.
Un'altra residenza privata, la Villa della Frissonnière, ebbe un illustre proprietario: Jean-Baptiste De Tillier, segretario del Conseil des Commis per più di quarant'anni e fondatore della moderna storiografia valdostana, deceduto nel 1745.
Una importante istituzione sorgeva nel medioevo nel territorio di Saint-Christophe: il cosiddetto ospedale della maladière. Era una sorta di ente caritativo, incaricato di ricoverare e curare i lebbrosi, ma già nel XIV secolo iniziò la sua decadenza, fino a farne scomparire le strutture, che resistono solo nei documenti d'archivio. La sola testimonianza "solida" che ci è giunta è la lastra tombale del vescovo Grato (San Grato, protettore della diocesi di Aosta), che risale al V secolo. Originariamente posta nella chiesa paleocristiana di San Lorenzo (quella ora sconsacrata di fronte alla chiesa di Sant'Orso in Aosta) la lapide fu trasportata all'interno della maladière quando le reliquie del santo vennero traslate e raccolte in un'apposita urna. Oggigiorno la pietra sepolcrale di San Grato è visibile nella chiesa parrocchiale di Saint-Christophe.

 

Saint-Christophe: Photo Gallery

Saint-Christophe: relazioni itinerari

  • Bivacco Penne Nere

    17/08/2005
    Bild des Benutzers massimo
    massimo
  • Becca de Viou, da Blavy

    Bild des Benutzers massimo
    massimo

Saint-Christophe: ci siamo stati!

Saint-Christophe: tracce GPS

  • Becca de Viou, sentiero 25 da Blavy

    27/08/2017
    Bild des Benutzers massimo
    massimo

Saint-Christophe: per saperne di più...

Saint-Christophe, sul magazine!

  • Vertical Mont Mary 2017

    15/10/2017
    Bild des Benutzers redazione
    redazione
  • Le sfide "verticali" in Valle d'Aosta nel 2017

    Bild des Benutzers massimo
    Gespeichert von massimo am Do, 19/01/2017 - 13:54

    Anche per il 2017 in Valle d'Aosta sarà presente un nutrito calendario di gare "verticali". Come ben sanno gli intenditori di questa specialità dal 2015 i verticals valdostani sono inseriti in un circuito, chiamato Défi Vertical (sfida verticale) che raggruppa le principali gare di questo genere. Questo format di competizione è stato "clonato" dallo sci-alpinismo, competizioni secche estremamente dure che in breve sviluppo chilometrico porta gli atleti a salire migliaia di metri di dislivello positivo D+ a perdifiato. La Valle d'Aosta offre naturalmente un'immensa varietà di percorsi con dislivelli che vanno dai 1000 ai 2000m di D+ con alcune particolarità come il chilometro in discesa  Cervinia e l'affascinante vertical in notturna a Courmayeur.

    Il calendario del 2017 vede ad oggi 8 gare che vi elenchiamo qui di seguito:

    • 30 aprile Vertical Fenis: K1 con 1000m D+ e 5km di sviluppo e K2 con 2000m D+ su 10 km (inserito nel circuito Défi Vertical)
    • 19 giugno Vertical Becca di Viou: 1900 m D+ su 9km di sviluppo (inserito nel circuito Défi Vertical)
    • 8 luglio Cervino Vertical: VK+ 1000m D+ in 4km ed il VK- 1000m D- sempre in 4 Km, autentica particolarità
    • 15 luglio Gran Paradiso Vertical: con 1000m D+ e 3,6km di sviluppo (inserito nel circuito Défi Vertical)
    • 16 luglio Pointe de Chaligne Skyrace: con 1400m D+ e 6km di sviluppo
    • 5 agosto Courmayeur Mont-Blanc SkyRace: con 1000m D+ e 7km di sviluppo  e con 2000m D+ e 10,39km di sviluppo (inserito nel circuito Défi Vertical)
    • 29 settembre Vertical du Costaz: 2,9Km - D+ 1000m (inserito nel circuito Défi Vertical)
    • 15 ottobre Vertical Mont Mary: 9,8km - D+ 2250m (inserito nel circuito Défi Vertical)

    Nel 2017 non sarà in programma la classica dei Vertical, l'Aosta - Becca di Nona, in quanto questa gara dopo il periodo di inattività è diventata biennale pertanto appuntamento al 2018 per la gara che è stata vinta da grandi atleti del calibro Bruno Brunod, Dennis Brunod, Tadei Pivk, Kilian Jornet Burgada, Gloriana Pellissier e Corinne Favre. Dispiace infine non vedere più nei programmi di gara la Vertikal 2000 di Morgex, sicuramente una delle gare che ha costruito il mito "verticale".

    Copertina: 
  • Vertical Mont Mary 2016 - la gara

    16/10/2016
    Bild des Benutzers redazione
    redazione
  • Trail Becca di Viou 2016 - presentazione

    25/06/2016
    Bild des Benutzers redazione
    redazione
  • Vertical del Mont Mary 2016 - presentazione

    11/05/2016
    Bild des Benutzers redazione
    redazione

Timeline @Saint-Christophe