Baravex damon

Bild des Benutzers massimo
massimo
0 votes
+
Vote up!
-
Vote down!
Data rilievo: 
31/10/2005
Difficoltà: 
T2
Quota di partenza: 
1 415 m
Quota di arrivo: 
1 925 m
Dislivello: 
599 m
Tempo di salita o complessivo*: 
1h30'
Tempo di discesa: 
1h00'

Introduzione

Interessante anello alla scoperta di angoli di Valle d'Aosta inconsueti. La meta di questo piccolo tour è il Dortoir Baravex: questo punto di sosta è molto utile per coloro che durante il Tour des Combins desiderano tenersi più bassi ed aggirare il Col de Champillon. In questo itinerario invece ve lo proponiamo come meta di un bell'itinerario circolare alle pendici del Mont Saron tra pascoli e boschi incantevoli.

Descrizione

Dal parcheggio dell'Agriturismo Lo Ratelé si svolta a sinistra imboccando una stradina che attraversa il villaggio di Ville; si supera un piccolo spiazzo, poi si svolta prima a destra poi a sinistra e nuovamente a destra sino a confluire su di una stradina asfaltata che si snodo lungo il limite superiore del villaggio. Si svolta a destra e si iniziano a risalire gli ampi declivi discendenti dal Mont Saron lungo una stradina asfaltata. Lungo il percorso si aprono interessanti scorci sui non lontani Mont Fallère e Grande Rochère e sul soprastante Mont Saron. Si risalgono i pascoli, spesso con gli occhi puntati addosso!, superando una serie di tornati sino a raggiungere il bivio nei pressi degli alpeggi della Comba: qui si prosegue diritti incontrando ora il pannello di divieto di transito (1666m, 0h50'). La strada diviene ora sterrata e, dopo un ampio tornante a sinistra, si passa al di sotto dei ruderi di Pied du Plan (1722m): la meta dell'itinerario ora è ben visibile. Si prosegue e, dopo un tornante verso destra, si raggiungono i casolari di Baravex desot e, poco dopo, di Baravex de Meiten (di mezzo). Tralasciata la stradina per quest'ultimo (1825m, 1h05') ci si inoltra nel bellissimo Bois de Baravex composto prevalentemente da Abete rosso e macchiato dal Larice che accentua i suoi cromatismo nel periodo autunnale. Superato un tornante nel bosco si svolta a sinistra ed in breve si raggiunge il rinnovato alpeggio di Baravex Damon (1925m, 1h25'): passati davanti all'alpeggio, si discendono un paio di brevi tornanti e si raggiunge infine il nuovo Dortoir Baravex (1910m, 1h30').
La discesa può avvenire sul medesimo itinerario dell'andata ma è consigliabile procedere in discesa lungo il sentiero Sentiero (24) che ridiscende le pendici del Mont Saron.
Si percorre a ritroso l'itinerario sino all'alpeggio Baravex Damon, qui si svolta a sinistra e si riprende a risalire la stradina sterrata. Trascurato il bivio a sinistra per Orgière si prosegue diritti sino a raggiungere un tratto praticamente pianeggiante che taglia il crinale discendente dal Mont Saron. Si rientra nel bosco ed in breve si raggiunge l'alpeggio di Parc (2014m, 1h40') ed il suo lunghissimo abbeveratoio: da qui si discende in direzione sud seguendo i bolli gialli del sentiero (24) (non molto evidenti all'inizio). Si prosegue ora in discesa seguendo un valloncello ed in breve raggiungendo i pascoli soprastanti gli alpeggi di Fontaines (1892m, 1h50'). Si prosegue in direzione ovest inoltrandosi nel bosco su un sentiero pressoché pianeggiante sino ad una svolta a sinistra: da qui si intraprende la discesa nel bosco lungo il versante che sovrasta Echevennoz. Dopo aver incontrato la stradina sterrata (25b) (1724m, 2h00') si procede ancora in discesa seguendo il sentiero che diparte poco sotto costeggiato da una ringhiera in legno. Si discende per un breve tratto poi, si svolta a sinistra (attenzione non è molto segnalato!) e si continua la discesa sino ad un piccolo angolo panoramico corredato da rudimentali panche in legno. La discesa prosegue sino ad incontrare una seconda stradina proveniente dall'apeggio Bossolaz: qui si svolta a sinistra e ci si riporta verso il punto di partenza. Poco dopo si incontra un bivio: si svolta a destra e si discende sino a Bruson (1479 m, 2h15'); qui si incontra la palina che indica di discendere, svoltando a destra. Dopo aver seguito una prima curva a destra si compie un ampia curva verso sinistra lasciando la stradina asfaltata che diviene pista agricola e poi sentiero. Giunti nei pressi di un torrentello si risale sino ad incontrare il rudere di un vecchio mulino, poco sopra di esso si oltrepassa il ruscello / torrentello: il sentiero diviene nuovamente pista agricola e poi stradina asfaltata quando ormai si raggiunge Ville. Superate le prime case si incontra la piccola cappella di Ville, dedicata a Santo Stefano, ed in breve si raggiunge il punto di partenza (1415 m, 2h30').

Informazioni generali

Via:
Segnavia:
Tipologia percorso:
Periodo consigliato:
Esposizione al sole:
Pericolo Oggettivo:
Tratti esposti:
Attrezzatura utile:
Acqua:

Riferimenti bibliografici

  •  

Accesso stradale

Galleria fotografica

Baravex damon: ci siamo stati!

Coumba Freida: relazioni itinerari

  • Baravex damon

    31/10/2005
    Bild des Benutzers massimo
    massimo

#bivacchi Valle d'Aosta: per saperne di più...